Rock'n Yolk presenta YOUTH IN REVOLT - RAGE AND STYLE '64

Venerd́, 29 novembre 2013

Rock'n Yolk

RAGE AND STYLE '64

RAGE AND STYLE '64 Mod, un’etichetta, uno state of mind. Insinuatosi nei substrati della sottocultura giovanile londinese, precisamente nei discticts Stepney e Shepherd's Busch nei primi anni sessanta, ha generato un vero e proprio movimento ispirato al modernism. Iconografico è diventato il loro logo: un bersaglio blu, bianco e rosso, il simbolo della Royal Air Force – aeronautica militare britannica. Connotava infatti il gruppo di giovani che, orgogliosi di appartenere a questa corrente, lo mostravano su ogni oggetto in loro possesso: adesivi sulle Lambrette “stra acchittate” e toppe come fossero gradi dell’esercito sui Parka. Ossessionati dalla moda e dalla music, erano attratti dalla black, con picchi di skà, musica beat e rhythm n blues, che animavano le notti giovani di cui erano fin troppo spesso protagonisti. Adulavano boy band del calibro dei “Lambrettas", "The Rolling Stones", "The Birds"… controverso fu il loro rapporto con i "THE WHO", incrinatosi nel momento in cui il gruppo partecipò ad un concerto hippie a Woodstock, tentando poi di recuperare consensi con la produzione del film "QUADROPHENIA", volendo prendersi la briga di essere un documentario del movimento Mod di quegli anni, ma mai realmente riconosciuto come tale. Essere un Mod voleva dire avere un look dannatamente laccato e innovativo, indossare jeans Levi’s, prediligere il bianco e nero, ma anche le tinte piatte pastello, Lacoste colorate, Fred Perry col colletto alzato e pattern geometrici come la patriottica bandiera inglese, pois di vario genere e strisce. Motto state of mind: RAGE AND STYLE!

VICIOUS CLUB
Via Achille Grandi 7a - Roma
info@viciousclub.com